top of page

ALCUNI CONSIGLI PER PARAFRASARE UN TESTO - PARTE 3

Nell'articolo di oggi, vorrei proporvi altre due regole per riformulare delle frasi con parole vostre.


Come sempre, ci tengo a ricordarvi che queste regole sono state confezionate collaborando con una mia cliente, Magdalena Schmidt. Le abbiamo inizialmente estratte da delle frasi prese da articoli di giornale e, successivamente, Magdalena si è gentilmente incaricata di raccoglierle in un documento dal quale io, con il suo permesso, sto ora attingendo.



REGOLA 5:

Modificare la frase in maniera tale da poter aggiungere un complemento diretto dopo il verbo.


ESEMPIO:

Il medico deve farsi trovare. È la legge.

Il paziente deve poter trovare il medico. È la legge.


il medico (complemento diretto)


REGOLA 6:

Passare da una frase attiva a una passiva e viceversa.


ESEMPIO:

Il paziente deve trovare il medico quando necessario. (frase attiva)

Il medico deve essere trovato dal paziente quando necessario. (frase passiva)



Questa lista di regole che sto, settimana dopo settimana, condividendo con voi è un esempio di come è possibile giocare con una lingua e adattare un messaggio agli strumenti linguistici a nostra disposizione in dato momento, per il raggiungimento di certi obiettivi comunicativi.


Se avete determinati obiettivi di tipo personale o professionale per i quali è necessario l'utilizzo dell'italiano, inglese o spagnolo, non esitate a contattarmi per una sessione di prova di Neurolanguage Coaching®.


"Il Neurolanguage Coaching® è il trasferimento efficiente e veloce di conoscenze e capacità linguistiche dal Language Coach al Language Coachee con effetti duraturi, grazie all’utilizzo di tecniche di coaching basate sul funzionamento del cervello, di principi del coaching e delle neuroscienze".(®2012, Rachel Paling)





0 views0 comments

Comments


bottom of page